Integration Program for School Dropouts

Integration Program for School Dropouts
Narrow Default Wide

Scopo

Coloro che abbandonano il sistema scolastico prematuramente sono ampiamente definiti come giovani tra i 16 ed i 25 anni che hanno lasciato la scuola con un titolo di scuola secondaria inferiore o meno. Al di là del costo per gli individui, tale target di giovani crea un ostacolo alla crescita economica e alla competitività. Le Economie moderne ad alta tecnologia hanno bisogno di lavoratori qualificati ed i drop out hanno maggiori probabilità di ricorrere ai soli benefici delle prestazioni sociali, mettendo pressione sulle risorse statali.

Il piano UE per combattere la dispersione scolastica mira a ridurre il tasso medio di abbandono al di sotto del 10% entro il 2020.

I principali obiettivi del progetto sono:

  1. Elaborare approcci educativi in un ambiente favorevole al lavoro per i giovani che abbandonano la scuola,
  2. Elaborare programmi di reinserimento che comprendano la comunicazione, le nuove tecnologie, la formazione culturale e socio-occupazionale,
  3. Creare una rete tematica dedicata alla formazione per i giovani lavoratori che lavorano come apprendisti.

Ci sono undici partners, tutti con esperienza in materia di istruzione e formazione professionale. I partners sono istituti universitari, centri di formazione professionale,  centri per l’educazione degli adulti, istituti di counselling, ONG riguardanti attività di assistenza sociale e di educazione.

I risultati del progetto sono:

■ Analisi dei fabbisogni formativi dei paesi partner

■ Database di organizzazioni che lavorano con i giovani lavoratori svantaggiati che hanno abbandonato la scuola

■ curriculum formativo

■ piattaforma web del progetto

■ E-istruzioni per l'utilizzo da parte di formatori e di istruttori all’interno delle organizzazioni

■ valutazione / analisi dei rapporti di coaching e formazione

■ E-bulletins

This project (2012-1-TR1-LEO04-35828-10) has been funded with support from the European Commission. This publication reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.